Calvizie della placca – cause, sintomi e trattamento

Tra le molte cause di caduta dei capelli sulla testa e su altre parti del corpo, si può citare l’alopecia, che si verifica soprattutto nei giovani al di sotto dei 30 anni di età. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica, le cui cause esatte non sono state purtroppo ancora chiaramente stabilite, anche se si stima che oltre il 20 per cento dei suoi casi possa essere di origine genetica. Altrettanto comuni fattori che possono causarlo sono la funzione endocrina anormale e persino un grave stress mentale.

Nuove teorie sul substrato di questo tipo di alopecia continuano ad emergere, ma la maggior parte di esse hanno una base scientifica relativamente fragile e vengono rapidamente rovesciate. Recenti studi, condotti dalle più rinomate istituzioni di tutto il mondo, indicano che questa malattia può essere direttamente correlata al sistema immunitario e alle sue anomalie. Si può quindi presumere che si tratti di una malattia autoimmune in cui l’organismo si attacca producendo anticorpi contro i propri antigeni. I follicoli piliferi vengono gradualmente distrutti, il che si traduce in perdita di capelli e rende impossibile la crescita di nuovi capelli. Altre teorie dicono che l’alopecia è strettamente correlata a malattie coesistenti, in particolare allergie, lupus, problemi tiroidei, diabete o artrite reumatica.

Indipendentemente dalla causa, la malattia è estremamente sgradevole per il paziente e dà sintomi molto caratteristici. Nel suo periodo iniziale, ci sono cambiamenti circolari nella testa, le dimensioni della moneta, luoghi completamente senza peli. Gradualmente sono uniti da un altro punto focale di alopecia, questa volta con un diametro di 5-10 cm, attorno al quale crescono spessi e corti capelli rotti, con le estremità più scure, detti punti esclamativi. È interessante notare che, sebbene si tratti di una malattia infiammatoria, non ci sono sintomi che la indicano, come il rossore o l’infiammazione delle aree colpite. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti si lamentano del fastidioso e sgradevole prurito nella loro zona. Il trattamento dell’alopecia è di lunga durata e non sempre porta i risultati previsti. Ciò dipende principalmente dal numero e dall’entità dei cambiamenti, e i farmaci utilizzati a volte hanno effetti collaterali spiacevoli. Di solito si tratta di liquidi per uso topico sul cuoio capelluto, a base di minoxidil, stimolante del follicolo pilifero, derivato piromidina. Anche i preparati immunosoppressori come la ciclosporina orale, utilizzata anche nel trattamento della dermatite atopica, sono usati frequentemente. Questi farmaci non sempre aiutano a combattere i sintomi, ma nonostante questo, i capelli di solito ricrescono spontaneamente, inizialmente brillanti, ma dopo qualche tempo riacquista il colore precedente. Tuttavia, ogni paziente deve tener conto della ricorrenza della malattia, che può essere molto più grave la seconda volta.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.