Cause e trattamento della calvizie nelle donne

La caduta rapida ed eccessiva dei capelli è un problema serio, che, contrariamente alle apparenze, non si incontra solo tra gli uomini. Questo disagio estremamente sgradevole è affrontato anche da molte donne, nelle quali provoca non solo forte stress, ma anche un crescente senso di diminuzione della propria attrattiva. Ci sono molte ragioni per questo, che vanno dalla scarsa igiene alle malattie, il cui sintomo è la calvizie.

Perdere fino a 100 capelli al giorno è completamente normale e non dovrebbe essere motivo di preoccupazione. Tuttavia, quando i capelli iniziano ad uscire con le proverbiali manciate, sarà necessario recarsi immediatamente da un dermatologo. Purtroppo, è più difficile diagnosticare correttamente le cause della calvizie nelle donne che negli uomini, per i quali è semplicemente un processo naturale che progredisce con l’età. Una ragione molto comune per la perdita di capelli è che i capelli non sono trattati correttamente. Uno stile di vita troppo intenso fa sì che a volte non c’è tempo per un lavaggio corretto, e la frequente colorazione, con l’uso di vernici nocive con ammoniaca, accelera addirittura la degenerazione della struttura del capello. Purtroppo, molte donne dimenticano di usare i balsami giusti, che rendono più facile prendersi cura dei loro capelli dopo un cambio di colore, e l’uso di piastre popolari o anche una strippatura troppo stretta con uno scrunchy porta anche perdite irreversibili. Queste vere e proprie torture di solito portano ad un diradamento del taglio di capelli e i loro effetti saranno difficili da rimuovere.

Un altro fattore che causa la calvizie nelle donne può essere una dieta inappropriata e squilibrata, e anche il fumo, i farmaci, ma a volte questo fenomeno ha anche una base genetica. Questa è la causa più comune di alopecia androgena, estremamente problematica e difficile da curare. Si verifica in un momento in cui la produzione di ormoni maschili, androgeni, soprattutto intensificata durante la menopausa, aumenta nelle ovaie e nelle surrenali delle donne. La loro eccessiva secrezione può anche essere causata da fattori professionali, dal lavoro in un ambiente stressante o dall’uso di cosmetici contenenti detergenti nocivi. Questo fenomeno inizia solitamente dopo i 30 anni, raggiungendo il suo apice quando la donna ha circa 40 anni, durante i quali il disturbo diventa il più visibile. Tuttavia, la calvizie è diversa da quella degli uomini e il primo sintomo è un aumento della larghezza della divisione durante la pettinatura. I capelli pensano poi alla parte superiore della testa fino a quando non rimane solo una striscia di capelli lunga 3 cm nella zona della fronte. Purtroppo, non esiste una cura efficace per la cura completa di questa malattia. Alcuni successi si ottengono con preparati contenenti estrogeni e un trattamento topico del cuoio capelluto, il Minoxidil. Il suo effetto benefico sulla crescita dei capelli è stato scoperto per caso in pazienti che la assumono per il trattamento dell’ipertensione. Tuttavia, è necessario usarlo sempre, dato che i capelli cominciano a cadere di nuovo dopo lo svezzamento.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.